Stagno e Ginepreto di Platamona

Un piccolo paradiso a pochi passi dalla spiaggia. Lo stagno di Platamona è una delle più importanti zone umide del nord Sardegna, immerso tra bellissimi alberi di ginepro, il cui profumo si sente intenso nell’aria fondendosi con quello degli alberi di pino. Sito di interesse comunitario riconosciuto, è lungo circa tre chilometri, ha una larghezza massima di 250 metri ed una superficie di 95 ettari, ma non ha alcun contatto con il mare. Le acque che lo alimentano vengono filtrate dalle dune e rese particolarmente dolci. E sono proprio le dune di sabbia, ricoperte di vegetazione tipica degli stagni, che creano una cornice perfetta dove uccelli e anfibi hanno trovato il loro habitat naturale e offrono uno straordinario spettacolo per gli appassionati di fotografia naturalistica e birdwatching. Una tappa da non perdere anche solo per godere di uno straordinario spettacolo della natura in pieno relax e per ammirare le numerose e rigogliose specie vegetali della zona umida e la fauna che caratterizza il sito: i canneti dello stagno sono infatti l’habitat per diverse specie ornitologiche sia stanziali che di passo, quali folaghe, germani reali, svassi, falchi di palude, aironi cinerini, garzette, codoni, fistioni turchi e il pollo sultano, di cui esiste una piccola colonia nel folto canneto. E’ situato tra Marina di Sorso e Porto Torres, alle spalle dell’omonima spiaggia di Platamona.

Data:
3 settembre 2020

Visualizzazioni:
41

Un piccolo paradiso a pochi passi dalla spiaggia. Lo stagno di Platamona è una delle più importanti zone umide del nord Sardegna, immerso tra bellissimi alberi di ginepro, il cui profumo si sente intenso nell’aria fondendosi con quello degli alberi di pino. Sito di interesse comunitario riconosciuto, è lungo circa tre chilometri, ha una larghezza massima di 250 metri ed una superficie di 95 ettari, ma non ha alcun contatto con il mare. Le acque che lo alimentano vengono filtrate dalle dune e rese particolarmente dolci. E sono proprio le dune di sabbia, ricoperte di vegetazione tipica degli stagni, che creano una cornice perfetta dove uccelli e anfibi hanno trovato il loro habitat naturale e offrono uno straordinario spettacolo per gli appassionati di fotografia naturalistica e birdwatching. Una tappa da non perdere anche solo per godere di uno straordinario spettacolo della natura in pieno relax e per ammirare le numerose e rigogliose specie vegetali della zona umida e la fauna che caratterizza il sito: i canneti dello stagno sono infatti l’habitat per diverse specie ornitologiche sia stanziali che di passo, quali folaghe, germani reali, svassi, falchi di palude, aironi cinerini, garzette, codoni, fistioni turchi e il pollo sultano, di cui esiste una piccola colonia nel folto canneto. E’ situato tra Marina di Sorso e Porto Torres, alle spalle dell’omonima spiaggia di Platamona.

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento:
3 settembre 2020 , 14:57

Potrebbero interessarti