Data:
24 agosto 2021

Visualizzazioni:
281

Sulla base del Report vaccinazioni diramato dall’ATS Sardegna, aggiornato alle dosi del 18.08.2021 e riferito a ciascun Comune dell’Isola per fasce di età, con il 79,29% della popolazione residente vaccinata che ha ricevuto almeno la prima dose, il Comune di Sorso si attesta tra i centri con la maggior percentuale di popolazione sottoposta alla somministrazione del vaccino anti Covid-19.

Sui 13.134 soggetti vaccinabili (dati ISTAT), in totale sono 8.057 coloro i quali hanno già completato la vaccinazione con due dosi, a cui si aggiungono 145 persone con vaccinazione completa con una dose mentre sono 2.212 i soggetti che attualmente devono completare la procedura con la seconda dose.
Sono 2.720 i cittadini non vaccinati, per lo più della fascia di età 20-39 anni (1.002), e tra i 40-59 anni (994).
Il record di soggetti vaccinati in termini percentuali ­va alla fascia di età over 79 (90,86 %) seguita da quella compresa tra i 60 e i 79 anni (90,42 %).
Numeri e percentuali importanti, che superano la media regionale complessiva e che, sempre secondo il rapporto dell’ATS Sardegna, vede l’isola attestarsi sul 74,23% della popolazione totale vaccinata con almeno una dose.

“Sono orgoglioso per la risposta che i nostri concittadini stanno dando, aderendo in maniera massiccia alla campagna di vaccinazione - commenta il sindaco Fabrizio Demelas – e quindi dimostrando grande senso di responsabilità verso l’intera Comunità oltre che verso la loro propria salute. La condotta del singolo sta influendo in modo diretto sulla salute collettiva per questo - conclude il Sindaco - mi sento di ringraziare tutti coloro che hanno deciso di sottoporsi alla vaccinazione e invito chi ancora non lo avesse fatto a farlo al più presto. L’Amministrazione comunale continuerà a sostenere la campagna vaccinale con tutti i mezzi a sua disposizione come ha già dimostrato di fare finora in particolare con l’attivazione del Punto Vaccinale Comunale nei locali di via Dessì, iniziativa che ha permesso soprattutto con riferimento agli anziani e alle categorie fragili di raggiungere gli ottimi risultati certificati dall’ATS, che ho l’obbligo di ringraziare per la disponibilità e il grande lavoro profuso in un contesto di collaborazione reciproca”.

 

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento:
24 agosto 2021 , 16:25

Potrebbero interessarti