Il Programma di Governo

L'ALBERGO DIFFUSO

Uno dei progetti cardine attorno ai quali il programma della coalizione di centrodestra punta per rilanciare l'economia interna della Città di Sorso è la realizzazione di un albergo diffuso. Ciò dovrà avvenire attraverso il recupero e la valorizzazione del patrimonio edilizio esistente all'interno del nucleo urbano.

Si tratta in sostanza di recuperare e valorizzare case sfitte, edifici inutilizzati per potenziare la ricettività turistica senza necessariamente prevedere nuove costruzioni.
L'idea che sta alla base dell'albergo diffuso nasce in sostanza dall'opportunità di realizzare nuove strutture ricettive convertendo gli edifici già esistenti opportunamente recuperati e organizzati in struttura ricettiva unitaria le cui componenti sono dislocate in immobili diversi. Riteniamo che tale sia la soluzione più adatta per tutelare e valorizzare le specificità culturali, storiche e architettoniche della nostra Città rilanciandone al contempo la microeconomia interna. Tale è difatti il principale effetto positivo che il progetto dovrà apportare alla Città coinvolgendo direttamente le più disparate attività produttive ed economiche, dall'edilizia al commercio, dall'artigianato alle produzioni tipiche ,locali e di eccellenza che da sempre contraddistinguono i nostri settori vitivinicolo e oleario e agricolo in genere.

Il cuore dell'albergo diffuso sarà localizzato in zona centrale rispetto alle unità variamente dislocate nel centro urbano e comprenderà uno spazio adibito a supplire da reception, un luogo in cui il cliente è accolto, in cui gli si forniscono le informazioni ed i materiali sul territorio, sul paese, sugli itinerari programmabili ed in cui si svolgono le operazioni più tecniche di accoglienza.

IL PARCO URBANO FOTOVOLTAICO

all'interno del nucleo di Sorso esiste come un enclave un vasta area ancora verde.

diverse strutture per attività di interesse sociale (ad es. area picnic, bocciodromo, parco giochi, aree sportive, area concerti, servizi, chioschi, ecc.) tutte realizzate con copertura integrata fotovoltaica.

L'incentivo previsto per l'energia fotovoltaica, che nel caso di realizzazioni dirette da parte dei comuni viene ulteriormente incrementato del 5 %, consentirebbe l'ammortamento dei costi delle strutture realizzate. Una possibile soluzione per la realizzazione del Parco Urbano Fotovoltaico è quella prevista dalla finanza di progetto, con la quale gli istituti finanziari vengono rimborsati dei capitali finanziari anticipati attraverso ratei annui i cui importi vengono ricavati dalla gestione delle stesse strutture. In questo caso, la presenza di un contratto del tipo Conto Energia consente di garantire adeguatamente questi flussi finanziari senza impegnare ulteriormente risorse per le tradizionali garanzie richieste nei mutui.

Tale energia, tra incentivo e vendita, garantirebbe un ricavo annuo costante che ripagherebbe gli investimenti necessari per la realizzazione di questo innovativo progetto; senza considerare i ricavi che deriverebbero dalle attività che andrebbero a svolgersi all'interno del parco, e i benefici ambientali e sociali connessi.

Data:
7 luglio 2004

Visualizzazioni:
2382

L'ALBERGO DIFFUSO

Uno dei progetti cardine attorno ai quali il programma della coalizione di centrodestra punta per rilanciare l'economia interna della Città di Sorso è la realizzazione di un albergo diffuso. Ciò dovrà avvenire attraverso il recupero e la valorizzazione del patrimonio edilizio esistente all'interno del nucleo urbano.

Si tratta in sostanza di recuperare e valorizzare case sfitte, edifici inutilizzati per potenziare la ricettività turistica senza necessariamente prevedere nuove costruzioni.
L'idea che sta alla base dell'albergo diffuso nasce in sostanza dall'opportunità di realizzare nuove strutture ricettive convertendo gli edifici già esistenti opportunamente recuperati e organizzati in struttura ricettiva unitaria le cui componenti sono dislocate in immobili diversi. Riteniamo che tale sia la soluzione più adatta per tutelare e valorizzare le specificità culturali, storiche e architettoniche della nostra Città rilanciandone al contempo la microeconomia interna. Tale è difatti il principale effetto positivo che il progetto dovrà apportare alla Città coinvolgendo direttamente le più disparate attività produttive ed economiche, dall'edilizia al commercio, dall'artigianato alle produzioni tipiche ,locali e di eccellenza che da sempre contraddistinguono i nostri settori vitivinicolo e oleario e agricolo in genere.

Il cuore dell'albergo diffuso sarà localizzato in zona centrale rispetto alle unità variamente dislocate nel centro urbano e comprenderà uno spazio adibito a supplire da reception, un luogo in cui il cliente è accolto, in cui gli si forniscono le informazioni ed i materiali sul territorio, sul paese, sugli itinerari programmabili ed in cui si svolgono le operazioni più tecniche di accoglienza.

IL PARCO URBANO FOTOVOLTAICO

all'interno del nucleo di Sorso esiste come un enclave un vasta area ancora verde.

diverse strutture per attività di interesse sociale (ad es. area picnic, bocciodromo, parco giochi, aree sportive, area concerti, servizi, chioschi, ecc.) tutte realizzate con copertura integrata fotovoltaica.

L'incentivo previsto per l'energia fotovoltaica, che nel caso di realizzazioni dirette da parte dei comuni viene ulteriormente incrementato del 5 %, consentirebbe l'ammortamento dei costi delle strutture realizzate. Una possibile soluzione per la realizzazione del Parco Urbano Fotovoltaico è quella prevista dalla finanza di progetto, con la quale gli istituti finanziari vengono rimborsati dei capitali finanziari anticipati attraverso ratei annui i cui importi vengono ricavati dalla gestione delle stesse strutture. In questo caso, la presenza di un contratto del tipo Conto Energia consente di garantire adeguatamente questi flussi finanziari senza impegnare ulteriormente risorse per le tradizionali garanzie richieste nei mutui.

Tale energia, tra incentivo e vendita, garantirebbe un ricavo annuo costante che ripagherebbe gli investimenti necessari per la realizzazione di questo innovativo progetto; senza considerare i ricavi che deriverebbero dalle attività che andrebbero a svolgersi all'interno del parco, e i benefici ambientali e sociali connessi.

 

IL CENTRO STUDI E RICERCHE SULL'AMBIENTE

Ogni città richiede enormi quantità di energia; tra i principali consumatori spesso gli enti pubblici rappresentano quelli che primeggiano nell'uso, ma anche nello spreco. Un attenta politica energetica deve mirare a ridurre il consumo energetico e a favorire la produzione di energia da fonti rinnovabili.

 

Purtroppo il Comune di Sorso , inteso come istituzione pubblica, non ha ancora sviluppato una attenta politica di risparmio energetico e di utilizzo di fonti rinnovabili. Bisogna dunque avviare con coerenza e consapevolezza una attenta politica di risparmio energetico, impegnando professionalità

adeguate e sensibili. Dall'illuminazione pubblica, all'illuminazione degli edifici, al loro riscaldamento, al riscaldamento dell'acqua sanitaria di scuole, palestre, impianti sportivi, numerose sono le occasioni per risparmiare energia o per sostituire fonti fossili con fonti rinnovabili. Va elaborato un Piano Energetico Comunale, con iniziative che prefigurino una reale volontà a procedere su questa strada nel prossimo mandato amministrativo.

Queste innovative forme di produzione di energia possono favorire uno sviluppo economico del territorio e delle principali attività (agricoltura, turismo, servizi) presenti. Perché però ciò succeda, è necessario creare un tessuto di competenze, di professionalità, di risorse imprenditoriali ed economiche.

Per favorire tale sviluppo, si intende realizzare un Centro Studi e Ricerche sull'Ambiente, gestito in collaborazione tra Enti Pubblici, Enti di Ricerca, Enti di formazione e rappresentanti delle attività economiche. Tale Centro potrebbe beneficiare dei finanziamenti previsti sia nel settore della ricerca innovativa che nel settore della formazione professionale, diventando in tal modo un punto di riferimento sia per gli aspetti tecnici che per quelli applicativi ed imprenditoriali. Ciò potrà consentire di assistere tutti i soggetti che intendano far diventare questi temi anche occasione di sviluppo economico ed imprenditoriale. Il progetto verrà realizzato creando una specifica struttura all'interno del Parco Urbano Fotovoltaico.

Contestualmente al perseguimento delle finalità e al perfezionamento dei progetti indicati sopra, la coalizione di centrodestra si prefigge di portare s compimento gli obiettivi programmatici sotto riportati.

Affari generali, personale e polizia municipale

  • Valorizzazione del ruolo della struttura amministrativa comunale, perché possa fornire tutta la propria competenza orientata al raggiungimento del massimo bene comune;

  • Potenziamento delle reti informatiche interne agli uffici dell'amministrazione per porre rimedio alla discontinuità fisica tra gli stessi:

  • Potenziamento e adeguamento del sito internet del Comune alle esigenze dell'utenza (consultazione e interazione);

  • Riorganizzazione della pianta organica e completamento dell'assetto dirigenziale;

  • Formazione e aggiornamento del personale;

  • Creazione di una equipe di esperti finalizzata al reperimento di finanziamenti UE;

  • Creazione di uno sportello legale gratuito per le persone in difficoltà;

  • Realizzazione di nuovi servizi di consulenza ( Sportello ecologia) e di supporto tecnico ai cittadini e alle imprese sui sistemi di risparmio energetico e i loro finanziamenti;

  • Osservatorio comunale per la sicurezza urbana finalizzato alla promozione di un sistema integrato di sicurezza e ripristino della legalità;

  • Semplificazione delle procedure amministrative orientata a facilitare l'accesso del cittadino ai servizi offerti dall'ente comunale;

  • Istituzione di Service Point negli uffici pubblici;

  • Individuazione di nuovi spazi per l'ufficio anagrafe (tutela della privacy);

  • Recupero e digitalizzazione dell'archivio storico;

  • Adozione del regolamento sugli istituti di partecipazione popolare;

  • Promozione della presenza degli Assessori nei quartieri, per raccogliere le richieste dei cittadini e verificare i bisogni del territorio. Istituzione di laboratori di quartiere che individuino le necessità della zona;

  • Potenziamento del corpo di Polizia municipale per migliorare il coordinamento con le Forze dell'ordine e la Polizia municipale dei Comuni limitrofi (Unione dei Comuni).


 

Ambiente, servizi tecnologici, viabilità e trasporti

  • Rivisitazione del progetto riguardante il 2° lotto per la realizzazione della rete fognario-depurativa della fascia costiera, e trasformazione del depuratore consortile in una vasca di accumulo dei rifiuti provenienti dai comuni di Sorso e di Sennori, per utilizzarlo come stazione di pompaggio degli stessi verso Platamona-Abbacurrente. La realizzazione i una condotta fognaria che da Platamona raggiunga il più vicino tratto fognario del comune di Porto Torres, consentirebbe il trattamento globale dei rifiuti della fascia costiera, oltre quelli di Sorso e di Sennori, con il depuratore della Zona industriale di Porto Torres, idoneo e dimensionato a ricevere tali nuove portate, con il vantaggio aggiuntivo di conseguire un minor impatto, un miglior utilizzo dei terreni agricoli vicini, l'eliminazione degli odori che rendono invivibile una vasta area del territorio circostante,un rilevante risparmio economico derivante dal non più necessario raddoppio del depuratore, quindi la possibilità di destinare risorse ad ulteriori altri interventi, ed infine la totale eliminazione degli scarichi sul litorale;

  • Riconversione dell'illuminazione pubblica ai criteri del risparmio energetico e delle energie rinnovabili;

  • Corretta gestione dei rifiuti finalizzata ad un potenziamento del servizio di raccolta differenziata;

  • Iniziative tese a contrastare il fenomeno dell'erosione della costa;

  • Creazione di zone wi-fi (biblioteca, giardini pubblici, parco urbano);

  • Declassamento della strada litoranea a strada turistica del mare con conseguente deviazione dei flussi di traffico lungo la direttrice Silis-Serralonga;

  • Istituzione di un sistema di trasporto pubblico urbano capillare per tutto l'anno;

  • Predisposizione di un piano teso a migliorare la viabilità e a decongestionare i flussi di traffico nel centro della Città;

  • Potenziamento e razionalizzazione del sistema complessivo dei parcheggi;

 

Bilancio, Finanze e patrimonio

  • Dismissione del patrimonio comunale ai fini del reinvestimento dei proventi in iniziative che fungano da leva per la crescita economica del territorio;

  • Attenta e responsabile politica tributaria;

  • Risanamento del bilancio;

  • Oculata gestione delle risorse finanziarie;

  • Potenziamento del coordinamento o del controllo delle società municipali al fine di migliorare la governance del sistema pubblico e parapubblico;

 

Cultura, sport, spettacolo, pubblica istruzione e politiche giovanili

  • sostegno costante all'associazionismo;

  • Mantenimento di un alto livello di attenzione verso l'edilizia scolastica;

  • Ampliamento e messa a norma delle infrastrutture scolastiche, sportive e ricreative cittadine al servizio della scuola, nonché degli impianti sportivi pubblici, dedicando particolare attenzione agli spazi liberi e non strutturali;

  • Sostegno all'autonomia scolastica e valorizzazione di nuovi modelli organizzativi che favoriscono l'incontro e la collaborazione fra scuole e istituzioni;

  • Valorizzazioni prodotti tipici delle tradizioni locali;

  • Creazione delle condizioni propedeutiche allo sviluppo di un turismo religioso organizzato;

  • Valorizzazione del patrimonio storico, culturale e archeologico e promozione turistica dello stesso;

  • Parco urbano come luogo della cultura e dello sport;

  • Pinacoteca

  • Nuovo modello di gestione dei vari giardini pubblici al fine di consentirne una maggiore fruibilità da parte del cittadino;

  • Creazione della consulta giovanile;

  • Incentivi alla creatività dei giovani nell'organizzazione e gestione di eventi culturali, sportivi e musicali;

  • Fondo destinato ad un bando/concorso di idee annuale, progettato/ ideato dai ragazzi (singoli o in associazioni) valutato dalla commissione composta da esperti del settore che monitorerà e premierà i progetti più innovativi con un finanziamento;

  • Incentivi all'iniziativa imprenditoriale dei giovani con borse di studio e progetti di studio-lavoro anche all'estero;

  • Ottimizzazione della gestione degli impianti sportivi pubblici attraverso una trasparente ed attiva collaborazione con le associazioni sportive;

  • Mappatura di aree e percorsi idonei alle attività eco-compatibili quali pesca sportiva, orientamento,trekking, mountain bike, ecc;

  • promozione di tutti gli sport che possano praticarsi lungo la fascia costiera (vela, windsurf, kitesurf,ecc.);

  • Realizzazione di nuove strutture sportive quali skatepark e bocciodromo.

 

Lavori Pubblici

  • Riqualificazione architettonica del patio di piazza Garibaldi;

  • Realizzazione del parco urbano;

  • Realizzazione attraverso l'utilizzo del Conto Energia di un Parco Canile-Centro Benessere Animali volto a contrastare il fenomeno del randagismo e ad abbattere i costi annuali che ne conseguono;

  • Adeguamento delle strutture sportive/culturali agli standard di sicurezza;

  • Adeguamento della strada che conduce dal centro abitato al santuario della Madonna di Noli Me Tollere sito in Preddugnanu, anche attraverso la realizzazione di un adeguato sistema di illuminazione pubblica e riqualificazione dell'area circostante;

  • Completamento delle opere primarie e dei sottoservizi ( Trunconi , Giorra, Maccia di Lari, Santa Maria e Santa Monica);

  • Recupero dei luoghi di culto e dei luoghi identitari;

 

Urbanistica ed Edilizia Privata

  • Riconversione della fascia costiera con riqualificazione delle volumetrie esistenti, urbanizzazione e dotazione di servizi in collaborazione coi privati;

  • Adozione di tutte le iniziative utili a stimolare lo sviluppo urbanistico della città lungo la direttrice Sorso-marina:

  • recupero e valorizzazione del centro storico e del dipartimento edilizio esistente in tutto il territorio comunale;

 

Politiche sociali

  • Riorganizzazione del settore politiche sociali in tre aree;

  1. Politiche SOCIO-ASSISTENZIALI

  2. Politiche EDUCATIVE e GIOVANILI;

  3. Politiche attive per la TERZA ETA'

  • Avviamento di un tavolo di collaborazione con le associazioni ( di volontariato, culturali, sportive, ecc.), e gli istituti scolastici;

  • Potenziamento dei servizi domiciliari;

  1. Prestazioni per l'igiene della casa e cura della persona (assistenza domiciliare);

  2. Servizio di trasporto e accompagnamento verso supermercati in cui sia possibile fare la spesa quotidiana o settimanale (spesa solidale);

  3. Servizio di accompagnamento, trasporto e socializzazione per visite mediche e servizi sanitari in genere (mobilità solidale);

  4. Consegna farmaci a domicilio;

  5. Piani personalizzati di sostegno ai disabili;

  • Creazione di un'apposita struttura associativa per gli anziani quale spazio di svago, incontro o per tempo libero;

  • Promozione di attività culturali, artistiche e di studio quali laboratori di trasferimento delle buone prassi e dei saperi locali;

  • Organizzazione di specifici corsi di attività motoria;

  • Realizzazione di programmi di sostegno educativo durante l'orario extrascolastico ( tecniche di studio, dinamizzazione biblioteche, animazione alla lettura, corsi di lingue, di pittura, di musica, sportivi, ecc.);

  • Promozione di azioni nell'ambito della formazione;

  1. Educazione alimentare, botanica, zootecnica ed erboristica (fattorie didattiche);

  2. Educazione ambientale;

  3. Educazione sanitaria di base;

  4. Educazione al recupero ed al riuso di oggetti della quotidianità.

  • Realizzazione dei programmi e laboratori aventi come oggetto l'Educazione ai valori, l'Educazione alla convenienza e l'Educazione alla cittadinanza nella dimensione europea;

  • Progettazione e realizzazione di interventi innovativi e di riqualificazione di spazi, edifici, aree e percorsi urbani a favore dell'infanzia;

  • Creazione presso il Centro di Aggregazione Sociale di un Centro Giovanile nel quale venga attivato un competente servizio informativo e di consulenza rivolto ai giovani in materia di in materia di lavoro, formazione, attività ricreative, tempo libero, cultura, salute, volontariato, che si occupi anche della pubblicizzazione di avvisi di convocazione per borse, sovvenzioni, aiuti, premi e concorsi, e dove vengano offerti altri servizi quali una sala esposizioni, una sala studio, una cyber.aula ( spazio destinato a favorire l'accesso gratuito a tutti i servizi di informazione e comunicazione di internet, grazie alla presenza di connessione alla rete, realizzazione e stampa di documenti, assistenza e supporto), una viaggioteca (Spazio dedicato ai viaggi verso paesi stranieri, grazie alla presenza di guide, mappe, film ed altre informazioni), quotidiani e riviste di interesse giovanile, gestione di diversi laboratori e seminari.

  • Adesione “ all'Associazione nazionale città in gioco.”

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento:
7 agosto 2009 , 06:12

Potrebbero interessarti