Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Nubifragio 2014: nessun emendamento “SALVA-SORSO” in Regione.Copia di Nuovo stemma del Comune di Sorso

In riferimento alle notizie apparse nel “La Nuova Sardegna” del 28.02.2015, nell’articolo dal titolo “Salva Sorso […]”, il Sindaco e l’Amministrazione Comunale di Sorso specificano quanto segue:

La sera del 18 giugno 2014, in maniera tempestiva, è convocata la giunta comunale di Sorso che apre la seduta per segnalare la condizione di emergenza, rimandando all’indomani (19.06.2014) l’aggiornamento della reale situazione e la quantificazione dei danni, alla luce del fatto che il fenomeno calamitoso aveva avuto la sua massima manifestazione nel pomeriggio, ma ancora perdurava l’incertezza delle condizioni meteo, per le ore successive. La delibera di Giunta, che dichiara lo stato di calamità naturale nel Comune di Sorso, è pubblicata il 20.06.2014.

Si avviano immediatamente le procedure necessarie per reperire i contributi per far fronte alla situazione di emergenza e, nello specifico, per le spese relative ai primi interventi, erogati dalla Legge Regionale n°28 del 21.11.1985 “Contributi agli enti locali per calamità naturali”. La suddetta legge prescrive, tra i requisiti per l’accesso ai fondi, la dichiarazione dello stato di calamità, la relazione descrittiva dei danni e la presentazione della documentazione richiesta entro un termine di 180 giorni dalla dichiarazione dello stato di calamità. Considerando la data di chiusura della seduta della Giunta comunale, il Comune di Sorso fa partire dal 19.06.2014, il conteggio dei 180 giorni prescritti dalla legge, rientrando nel termine concesso, per la presentazione delle richieste. La Regione Sardegna, per sua parte, contesta il suddetto conteggio, avvalendosi della data di apertura della seduta (18.06.2014) e bollando come fuori dai termini la richiesta, per un tempo pari a un’ora e mezzo. L’Amministrazione di Sorso chiede l’intervento di un esperto legale, in merito alla situazione e raccoglie parere favorevole. Forte e sicura della correttezza del procedimento avviato, avvalorata dai favorevoli pareri legali, l’Amministrazione Comunale procede con i primi interventi e si adopera per quantificare i danni.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

altDichiarazioni del Sindaco e dell’Amministrazione comunale in merito al servizio di Ludoteca e CAS.

  In riferimento alla situazione dei servizi di ludoteca e centro di aggregazione sociale del Comune di Sorso, l’Amministrazione comunale informa che i  servizi suddetti sono momentaneamente sospesi, in concomitanza con la scadenza del contratto di gestione, dal 31 dicembre 2014.

 I servizi di ludoteca e centro di aggregazione sociale, coordinati sino a tale data dalla cooperativa aggiudicataria della gara d’appalto, rientrano tra  quei servizi definiti “non essenziali” che, tuttavia, la nostra Amministrazione ha sempre ritenuto di pregevole importanza, per la nostra comunità.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

LitoraneaIn riferimento alla proposta del Consigliere Regionale, On. Antonello Peru, apparsa su “La Nuova Sardegna” del 24 luglio 2014, il Sindaco di Sorso, Dott. Giuseppe Morghen afferma:

«Leggo con  piacere e con l'interesse che deriva dalla condivisione di intenti, la proposta che il Consigliere Regionale, On. Peru affida alle pagine de “La Nuova Sardegna” di oggi: il progetto della metropolitana a Platamona.
L'Amministrazione comunale è da tempo impegnata nell'annoso problema che interessa la nostra fascia costiera e il litorale, nello specifico e ha avviato progetti che vedano il risanamento e la riqualificazione delle aree interessate: dalle discese a mare, ai servizi alla balneazione e a ciò che attiene alle spiagge.
Con lo stanziamento dei nove milioni di euro di  fondi regionali, vedremo la realizzazione di quelle opere che, sinora, abbiamo potuto redigere soltanto sulla carta.
Siamo pienamente consapevoli che la costa  sia una delle nostre maggiori ricchezze: un patrimonio da conservare, preservare e tutelare, mossi dal profondo senso di responsabilità verso le generazioni future. Pertanto la proposta del Consigliere Peru recepisce tutta la nostra adesione, con l'impegno che ci  caratterizza dal 2009.
Accogliamo l'invito e auspichiamo una coesa collaborazione con i comuni dell'area vasta del Golfo dell'Asinara, affinchè si possa seguire la strada dell'ecosostenibilità e della salvaguardia del territorio.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

In riferimento all'articolo de "La Nuova Sardegna", datato 10 luglio 2014, dal titolo " Differenziata, ecco i paesi virtuosi", il Sindaco di Sorso, Dott. Giuseppe Morghen, precisa quanto segue.

« Leggo con grande rammarico la notizia apparsa su "La Nuova Sardegna", che presenta Sorso come "il fanalino di coda dei comuni del Sassarese" e mi ritrovo a riflettere su quanto sia importante un' informazione chiara e precisa, affinché notizie e dati puntuali raggiungano la nostra comunità . Nello specifico, cari concittadini, vi voglio informare sulla partecipazione del Comune di Sorso al concorso "Comuni Ricicloni 2014" e relativa premiazione. Il concorso, indetto da Legambiente con il Patrocinio del Ministero dell'Ambiente, premia i comuni VIRTUOSI nella gestione della raccolta differenziata. Il concorso divide i comuni su base regionale e li classifica tenendo conto di parametri precisi: la prima divisione è quella tra comuni "al di sopra" e "al di sotto" 10.000 abitanti, dando origine così a due classifiche diverse. Ne deriva che comuni quali Sorso, Siniscola o Alghero, per es. vengano inseriti in una classifica e comuni quali Tissi. Tergu e Putifigari, in un'altra. Detto ciò, vi è un parametro imprescindibile affinché si acceda alla classifica: la soglia del 65% minimo di raccolta differenziata su base annua. Da ciò è evidente che il Comune di Sorso rispetta il primo parametro. Inoltre, ad ogni comune che risponda positivamente a questo requisito, viene assegnato un indice di buona gestione, che diventa ulteriore parametro per la posizione in classifica. Questo risultato è da imputare principalmente al virtuosismo di ognuno dei cittadini che si impegna quotidianamente nella differenziazione dei rifiuti. E tengo a sottolineare l'importanza di questo dato, perché è importante che tutti sappiano quanto sia fondamentale continuare su questa strada, per migliorare, ma soprattutto per valorizzare il lavoro sinora fatto.Siamo stati bravi, cari concittadini!