Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

In riferimento all'articolo de "La Nuova Sardegna", datato 10 luglio 2014, dal titolo " Differenziata, ecco i paesi virtuosi", il Sindaco di Sorso, Dott. Giuseppe Morghen, precisa quanto segue.

« Leggo con grande rammarico la notizia apparsa su "La Nuova Sardegna", che presenta Sorso come "il fanalino di coda dei comuni del Sassarese" e mi ritrovo a riflettere su quanto sia importante un' informazione chiara e precisa, affinché notizie e dati puntuali raggiungano la nostra comunità . Nello specifico, cari concittadini, vi voglio informare sulla partecipazione del Comune di Sorso al concorso "Comuni Ricicloni 2014" e relativa premiazione. Il concorso, indetto da Legambiente con il Patrocinio del Ministero dell'Ambiente, premia i comuni VIRTUOSI nella gestione della raccolta differenziata. Il concorso divide i comuni su base regionale e li classifica tenendo conto di parametri precisi: la prima divisione è quella tra comuni "al di sopra" e "al di sotto" 10.000 abitanti, dando origine così a due classifiche diverse. Ne deriva che comuni quali Sorso, Siniscola o Alghero, per es. vengano inseriti in una classifica e comuni quali Tissi. Tergu e Putifigari, in un'altra. Detto ciò, vi è un parametro imprescindibile affinché si acceda alla classifica: la soglia del 65% minimo di raccolta differenziata su base annua. Da ciò è evidente che il Comune di Sorso rispetta il primo parametro. Inoltre, ad ogni comune che risponda positivamente a questo requisito, viene assegnato un indice di buona gestione, che diventa ulteriore parametro per la posizione in classifica. Questo risultato è da imputare principalmente al virtuosismo di ognuno dei cittadini che si impegna quotidianamente nella differenziazione dei rifiuti. E tengo a sottolineare l'importanza di questo dato, perché è importante che tutti sappiano quanto sia fondamentale continuare su questa strada, per migliorare, ma soprattutto per valorizzare il lavoro sinora fatto.Siamo stati bravi, cari concittadini!