Prova scritta concorso per istruttore di vigillanza

Si ricorda a tutti gli interessati che la prova scritta del concorso per n. 1 instruttore di vigilanza cat. C si svolgerà il giorno 20 Marzo 2019 dalle ore 15.00 presso l'hotel Grazia Deledda, in Viale Dante n. 47. Tutti i candidati dovranno essere muniti del documento di riconoscimento in corso di validità, ai fini della preventiva identificazione.

 

 

Il Comune di Sorso aderisce alla

Giornata mondiale di consapevolezza dell'autismo

giornata-mondiale-autismo-2016

Informare, formare e sensibilizzare.

#sfidAutismo

 

Biddas museumweek rd#Museumweek 2016: Biddas partecipa all’iniziativa che mette in rete tutti i musei del mondo.

Una settimana dedicata alla condivisione nei social network dei tesori culturali, utilizzando l’hashtag #museumweek #Biddas #Sorso.

L’Amministrazione comunale di Sorso invita a partecipare all’iniziativa #Museumweek, giunta alla terza edizione e dedicata, quest’anno, alla tutela, alla memoria e alla tolleranza, alla quale il museo Biddas aderisce. Una settimana, dal 28 marzo al 03 aprile, per diffondere in rete i tesori culturali, utilizzando gli hashtag #Museumweek, #Biddas, #Sorso e l’hashtag giornaliero, che mette in risalto un aspetto specifico.

Il piccolo ma attivo museo, con sede nel Palazzo Baronale di Sorso, dedicato al tema di villaggi e paesi abbandonati della Sardegna, centinaia e centinaia dal Medioevo a oggi, è presente in prima linea. Biddas-Museo dei Villaggi Abbandonati della Sardegna, premiato nel 2013 come museo italiano dedicato al Medioevo più innovativo nel campo della comunicazione, è sempre attento alla rete, alla comunicazione, alla didattica e ad una strategia di museo aperto, dove i visitatori possano fotografare e toccare tutto ciò che trovano nel percorso espositivo.

Biddas vive pertanto in osmosi tra il Comune di Sorso, dove si trova il villaggio medievale abbandonato di Geridu, il cui scavo ha dato il via all’idea del Museo e l’Università di Sassari, con il Prof. Milanese, Ordinario di Archeologia Medievale e anche Direttore del Dipartimento di Storia, Scienze dell’Uomo e della Formazione, che collabora attivamente con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Sorso, guidato dall’Assessore Angelo Spanu

PUL

PUL: Procedure di assegnazione delle aree demaniali agli attuali concessionari.

Avvio e svolgimento dell’iter.

 Il Comune di Sorso dà attuazione a quanto previsto nel PUL, Piano di Utilizzo del Litorale: lo strumento urbanistico di pianificazione e sviluppo delle attività con finalità turistico-ricettiva.

A settembre scorso, l’Amministrazione Comunale ha convocato i titolari di concessione delle aree demaniali in carica, prospettando loro il PUL e ascoltando il loro punto di vista, le richieste e le osservazioni. Nell’incertezza normativa, tra incongruenze e posizioni contrastanti, che vedono gli Enti locali dividersi tra quelli che rimettono tutte le concessioni in gara e quelli che, invece, si muovono per garantire una continuità e permettere una proroga alle concessioni sino al 31.12.2020, l’Amministrazione Comunale di Sorso sceglie di seguire quest’ultima strada, per andare incontro a chi ha investito nelle aree di concessione demaniale già assegnate. Nei giorni scorsi, l’Amministrazione ha provveduto a far notificare il disciplinare agli attuali concessionari, così da avere un quadro preciso di chi intenda avanzare manifestazione di interesse.

162Fondo Regionale per la non autosufficienza: Amministrazione Comunale e A.N.P.A unite per difendere i progetti della L.162/98.

 All’ordine del giorno del Consiglio Comunale del 23 febbraio 2015, la mozione avente ad oggetto «Tagli previsti dalla Legge Finanziaria 2015 della Regione Sarda al Fondo per la non autosufficienza, progetti personalizzati per persone in situazione di handicap grave ai sensi della L. 162/98 e ai progetti "Ritornare a casa" per i disabili gravissimi, con forte diminuzione dei finanziamenti al nostro Comune», porta all’attenzione del Consiglio Comunale il delicato problema dell’assistenza e del sostegno alle persone in gravi condizioni di salute e alle loro famiglie.

Prima firmataria della mozione, la Dott.ssa Raffaela Barsi, Presidente della Commissione Servizi Sociali che, contattata dall’A.N.P.A (Associazione Nazionale Persone Autistiche) che manifesta la legittima preoccupazione per gli eventuali tagli previsti in sede di Legge Finanziaria Regionale 2015, si fa portavoce di un’istanza che coinvolga tutto il Consiglio Comunale, affinché non si rimanga osservatori inerti e passivi di fronte alle necessità dei concittadini più deboli.

 «Si parte dal presupposto che la problematica portata all’attenzione del Consiglio non abbia nessun colore politico, ma appartenga ad ogni essere umano perché legata alla dignità del singolo e della collettività. – Afferma la Consigliera Barsi - Considerato che il taglio avrebbe causato un grave danno ai cittadini, che si trovano in situazione di disagio e anche al Comune, l'istituzione a loro più vicina, che deve dare adeguate risposte alle esigenze legittime della propria comunità e, in particolare, delle persone più deboli e alle loro famiglie, è doveroso che gli amministratori tutti si mostrino attenti nel seguire l’iter che porterà all’approvazione della suddetta finanziaria,  per far sì che venga garantita una migliore qualità della vita alle persone con disabilità e  alle loro famiglie, attraverso un  sostegno dato in continuità a percorsi di vita, di vera inclusione sociale, compresi quelli per la "vita indipendente”.»