CONTRIBUTI A SOSTEGNO DEGLI INQUILINI

AVVISO PUBBLICO PER L'EROGAZIONE DEI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DI INQUILINI MOROSI INCOLPEVOLI RESIDENTI NEL COMUNE DI SORSO E DESTINATARI DI ATTO DI INTIMAZIONE DI SFRATTO PER MOROSITA' ACCERTATE AL 31.12.2017 - Scadenza domande entro e non oltre il 20 dicembre 2017.  folder Scarica la documentazione .

Adottato in Consiglio il Piano Urbanistico Comunale. Tra le novità, la tanto attesa estensione del centro abitato in direzione del mare, nel rispetto dell’ambiente.

Oggi 24 luglio 2015, l’adozione del P.U.C all’ordine del giorno del Consiglio Comunale, riceve la votazione favorevole all’unanimità. Il nuovo strumento urbanistico, risultante dal lavoro iniziato sei anni fa, in adeguamento al P.P.R. (Piano Paesaggistico Regionale) e al P.A.I. (Piano di assetto idrogeologico) definisce lo sviluppo urbanistico del territorio e punta l’attenzione sulla tutela ambientale.

«Con il nuovo Piano Urbanistico Comunale, Sorso va verso il mare in maniera concreta e ragionata. – Spiega il Sindaco Giuseppe Morghen – Abbiamo provveduto a ridurre le volumetrie previste lungo la fascia costiera, così da creare le condizioni per una rinaturalizzazione della zona, facendo in modo di sostenerla e mantenerla nel tempo. Sorso diviene una città che si espande in direzione del mare, ma con un’attenzione nuova, volta alla conservazione naturalistica e alla tutela delle zone non antropizzate del nostro litorale. Si tratta di uno strumento adottato a dieci anni di distanza dalla sua prima approvazione e rivisitato alla luce della sempre maggiore e più consapevole sensibilità nei confronti della salvaguardia dell’ambiente. Le riduzioni delle volumetrie si inseriscono tra le norme di adeguamento al P.P.R ma rappresentano soprattutto la volontà della nostra Amministrazione di perseguire gli indirizzi di una politica ambientale che tuteli il patrimonio e la tipicità del nostro territorio.»

 «Il nuovo strumento urbanistico agisce su più livelli e rappresenta la visione d’insieme della nuova prospettiva della città. – Afferma l’Assessore all’Urbanistica Gianni Tilocca – Nel PUC, abbiamo previsto una serie di interventi che ridisegnano Sorso. Tra i nuovi elementi di rilevanza, si è provveduto a normare la fattibilità dell’ospitalità diffusa, nel centro storico e ad individuare un nuovo spazio cimiteriale; abbiamo incluso la possibilità di realizzare depositi per attrezzi, nell’agro e pianificato azioni a sostegno del turismo religioso, intervenendo nel tratto stradale Sorso-Predugnanu; abbiamo previsto interventi di riqualificazione delle aree degradate del litorale. Il punto di volta, però, è l’effettivo collegamento tra il centro urbano e la fascia costiera che viene programmato per la prima volta, prevedendo zone di espansione residenziale collocate lungo la direttrice Sorso-Marina. L’approccio dell’Amministrazione mira ad utilizzare il PUC quale volano di un nuovo modello di sviluppo locale, che tenga conto delle caratteristiche del territorio e dia sviluppi duraturi, nel medio termine, che ridefiniscano una città a vocazione turistica e ad elevata sostenibilità ambientale.

Leggi tutto: Adozione P.U.C.

Centenario Fiori 27.09.2015Il Sindaco Giuseppe Morghen e l’Amministrazione Comunale di Sorso porgono al Sig. Salvatore Fiori i più sinceri auguri di buon compleanno per i suoi 100 anni e lo omaggiano con una targa, consegnata dagli assessori Gianni Tilocca, Mauro Vacca e Agostino Delogu. Salvatore Fiori,classe 1915, due figli, dieci nipoti e tredici pronipoti il 27 settembre festeggia  l’ambito traguardo in salute e circondato dall’affetto della famiglia e dei cari amici. Uomo mite, riservato, amante delle passeggiate, non rinuncia per alcun motivo a recarsi al cimitero, per la visita quotidiana all’amata moglie Caterina Martinez, originaria di Villanova Monteleone, perduta nel 1991. A 19 anni si arruola nell’esercito e partecipa alla Seconda Guerra Mondiale con il grado di sergente maggiore nella Brigata Sassari. Ritornato a Sorso, riprende la vita da civile e lavora per le maestranze locali alla costruzione della Sorso-Marina, strada di collegamento tra il centro urbano e il mare. Il suo obiettivo è arrivare almeno a 110 anni, per vedere tutti i pronipoti diplomati.

Leggi tutto: Centenario: auguri al Sig. Salvatore Fiori

L'ALBERGO DIFFUSO

Uno dei progetti cardine attorno ai quali il programma della coalizione di centrodestra punta per rilanciare l'economia interna della Città di Sorso è la realizzazione di un albergo diffuso. Ciò dovrà avvenire attraverso il recupero e la valorizzazione del patrimonio edilizio esistente all'interno del nucleo urbano.

Si tratta in sostanza di recuperare e valorizzare case sfitte, edifici inutilizzati per potenziare la ricettività turistica senza necessariamente prevedere nuove costruzioni.
L'idea che sta alla base dell'albergo diffuso nasce in sostanza dall'opportunità di realizzare nuove strutture ricettive convertendo gli edifici già esistenti opportunamente recuperati e organizzati in struttura ricettiva unitaria le cui componenti sono dislocate in immobili diversi. Riteniamo che tale sia la soluzione più adatta per tutelare e valorizzare le specificità culturali, storiche e architettoniche della nostra Città rilanciandone al contempo la microeconomia interna. Tale è difatti il principale effetto positivo che il progetto dovrà apportare alla Città coinvolgendo direttamente le più disparate attività produttive ed economiche, dall'edilizia al commercio, dall'artigianato alle produzioni tipiche ,locali e di eccellenza che da sempre contraddistinguono i nostri settori vitivinicolo e oleario e agricolo in genere.

Il cuore dell'albergo diffuso sarà localizzato in zona centrale rispetto alle unità variamente dislocate nel centro urbano e comprenderà uno spazio adibito a supplire da reception, un luogo in cui il cliente è accolto, in cui gli si forniscono le informazioni ed i materiali sul territorio, sul paese, sugli itinerari programmabili ed in cui si svolgono le operazioni più tecniche di accoglienza.

IL PARCO URBANO FOTOVOLTAICO

all'interno del nucleo di Sorso esiste come un enclave un vasta area ancora verde.

diverse strutture per attività di interesse sociale (ad es. area picnic, bocciodromo, parco giochi, aree sportive, area concerti, servizi, chioschi, ecc.) tutte realizzate con copertura integrata fotovoltaica.

L'incentivo previsto per l'energia fotovoltaica, che nel caso di realizzazioni dirette da parte dei comuni viene ulteriormente incrementato del 5 %, consentirebbe l'ammortamento dei costi delle strutture realizzate. Una possibile soluzione per la realizzazione del Parco Urbano Fotovoltaico è quella prevista dalla finanza di progetto, con la quale gli istituti finanziari vengono rimborsati dei capitali finanziari anticipati attraverso ratei annui i cui importi vengono ricavati dalla gestione delle stesse strutture. In questo caso, la presenza di un contratto del tipo Conto Energia consente di garantire adeguatamente questi flussi finanziari senza impegnare ulteriormente risorse per le tradizionali garanzie richieste nei mutui.

Tale energia, tra incentivo e vendita, garantirebbe un ricavo annuo costante che ripagherebbe gli investimenti necessari per la realizzazione di questo innovativo progetto; senza considerare i ricavi che deriverebbero dalle attività che andrebbero a svolgersi all'interno del parco, e i benefici ambientali e sociali connessi.

Leggi tutto: Il Programma di Governo