Elettori temporaneamnete all'estero

Avviso per gli elettori temporaneamente all’estero, disponibile il modello di opzione per il voto per corrispondenza che gli elettori  potranno utilizzare facendolo pervenire al comune di iscrizione elettorale entro il 32° giorno antecedente il voto, cioè entro il 31 gennaio 2018. folder Scarica i documenti

NuovoLogoSorso256Posizione e chiarimenti in merito alla presenza della famiglia ROM nel territorio di Sorso.

Il Sindaco e l’Amministrazione comunale di Sorso dichiarano sentito disagio e profondo disappunto rispetto al modo indegno e ai toni di inaudita violenza che, in maniera persistente e offensiva, stanno ammorbando il clima cittadino, in questi giorni. Le parole di rabbia e di istigazione alla più becera violenza, che stanno contaminando in queste ore la serenità della nostra comunità, sono moralmente riprovevoli e giuridicamente perseguibili. Colpita da queste manifestazioni di estrema brutalità, basate su pregiudizi e malafede, l’Amministrazione Comunale intende sporgere denuncia per diffamazione nei confronti di quanti, utilizzando impropriamente social network e WEB, abbiano divulgato notizie totalmente false, assolutamente prive di fondatezza ed abbiano esternato affermazioni offensive e ingiuriose, nei confronti del Sindaco e degli Amministratori comunali. Nel caso specifico si fa riferimento alla pagina di Facebook denominata “NO ALL’ACCAMPAMENTO DEGLI ZINGARI A SORSO”, nella quale si leggono ingiurie, provocazioni e istigazioni che ledono l’onore delle persone citate.L’Amministrazione Comunale invita caldamente a misurare i toni e a ponderare le parole. A tale proposito il Sindaco intende illustrare la situazione nella sua interezza e veridicità. La questione, della quale si parla nella pagina suddetta, riguarda l’arrivo nel territorio sorsense di una famiglia ROM, precedentemente residente ad Alghero. L’Amministrazione Comunale di Alghero ha ricevuto dalla Comunità Europea fondi economici per sgomberare il campo nomadi e favorire l’inserimento delle famiglie in case di civile abitazione. Tutte le famiglie risultano avere aderito a questo reinserimento, ad eccezione di una che, scegliendo di persistere nella propria condizione di nomadismo, decide di acquistare un terreno nel nostro territorio. Si tratterebbe, pertanto, di un compromesso d’acquisto tra privati, di cui il Comune di Sorso non partecipa in nessun modo. Successivamente a questo arrivo, il Sindaco ha ricevuto una serie considerevole di solleciti e dichiarazioni di disagio da parte dei vicini della famiglia ROM, che denunciano deplorevoli condizioni igienico-sanitarie e abusi edilizi.

ANTEASAzioni programmatiche per il contrasto alla povertà: Progetto “Alimentis”, un valido strumento per aiutare chi si trova in difficoltà.

L’Amministrazione Comunale di Sorso, trovandosi nella complessa congiuntura economica che investe il territorio, registra un incremento del numero delle famiglie che, per sopravvivere, fanno ricorso all’intervento istituzionale e si trova così a dover rispondere all’aumento delle situazioni di povertà estrema, a fronte di forti riduzioni degli stanziamenti di trasferimenti statali e regionali ai Comuni. Da questi elementi, nascono l’esigenza e la volontà di rivedere le politiche sociali sulla povertà, passando dall’assistenzialismo puro all’offerta di concrete opportunità di recupero sociale. L’Amministrazione comunale dà così il via ad azioni programmatiche per il contrasto alle povertà estreme, mantiene attivi i contributi economici in casi straordinari e propone una serie di interventi mirati al recupero delle potenzialità di ogni assistito, quali il servizio civico, i progetti personalizzati di aiuto e i contributi finalizzati.

All’interno di questa rivisitazione e rimodulazione delle azioni di intervento, si colloca anche il progetto “Alimentis”, per la cui gestione l’Amministrazione firma una convenzione con l’Associazione ANTEAS.

Nuova campagna di scavi a Santa Filitica: gli archeologi riprendono le ricerche nel  Villaggio Bizantino.

{youtube}H2L-jImH-GI{/youtube}

L'Amministrazione comunale di Sorso collabora con l'Università di Sassari e la  Soprintendenza per i beni archeologici per le provincie di Sassari e Nuoro alla realizzazione del nuovo progetto di ricerca nell’insediamento romano-altomedievale di Santa Filitica, con il duplice obiettivo di implementare le conoscenze sulla storia del sito e di promuoverne la valorizzazione nell’ambito di un circuito turistico-archeologico più ampio, in quanto parte di un contesto territoriale che vanta la presenza di altri rilevanti evidenze archeologiche: Serra Niedda per la protostoria e Geridu per il Medioevo.

Il complesso romano e alto-medievale di Santa Filitica è ubicato a Sorso, a pochi metri dal mare, lungo la linea di costa tra Porto Torres e Castelsardo e più precisamente tra le località Marritza e Lu Bagnu.

Le precedenti campagne di scavi, condotte tra il 1982 e il 2004, hanno evidenziato un insediamento pluristratificato, costituito dai resti di una villa di età romana imperiale, di un abitato di fine V-VI secolo e di un villaggio di età bizantina, che interessano complessivamente un arco cronologico piuttosto ampio, compreso almeno tra il III e il IX secolo.

Questa nuova campagna di scavi è volta a  riprendere le indagini  a partire dal villaggio bizantino,  di cui è già stata rilevata una serie di strutture, per verificarne l’estensione e per  procedere in seguito a mettere ulteriormente in luce l’impianto originario della villa.

CRESFinanziamento di €.400.000,00 per la manutenzione straordinaria e la messa in sicurezza dei muri di contenimento del “CRES” e della Scuola per l'infanzia “Marogna”.

In seguito al nubifragio che ha colpito il territorio, il 18 giugno scorso, l'Amministrazione Comunale ha immediatamente  attivato le procedure adeguate per reperire fondi, che permettano di risolvere i danni causati dall'evento calamitoso.
L'Assessorato ai Lavori Pubblici e il  Servizio 2.2, settore di competenza, hanno lavorato alacremente per   rilevare e valutare  l'entità complessiva dei danni, stimata in circa €.30.000.000,00 (trenta milioni di euro).
Ad Agosto, la struttura amministrativa, Servizio 2.2 del Comune di Sorso provvede all'inserimento dell'istanza, nel Piano Regionale del “Progetto Iscola”, mediante apposite schede, per il finanziamento di opere urgenti di manutenzione straordinaria per la messa in sicurezza ed il ripristino del muro di contenimento dell'edificio scolastico del “CRES”, in viale Porto Torres e per il muro di cinta della Scuola per l'Infanzia “Marogna”, in via Tiziano.
Viene sottoscritto l'accordo tra la Regione Sardegna  e il Comune di Sorso per lo stanziamento di complessivi €.400.000,00 (quattrocentomila euro) di finanziamento, che verrà erogato in unica soluzione.
L'Amministrazione Comunale garantisce massima celerità e impegna gli uffici comunali nella predisposizione del progetto, per arrivare all'affidamento dei lavori nel più breve tempo possibile e rispettare la scadenza del 31 dicembre, come data di fine opera.