Stampa

EventoAlberoP.OIl Parlamento ed il Consiglio europeo hanno proclamato il 2010 "Anno europeo della lotta alla povertà e all'esclusione sociale", per promuovere un maggiore impegno delle realtà locali e dei cittadini nel favorire la qualità della vita e il benessere sociale. In tale contesto la Commissione Pari Opportunità di concerto con l’Amministrazione, conscia dei tempi in cui le famiglie sono chiamate a gestire con molta prudenza i bilanci familiari, ha pensato di allestire nel corridoio del primo piano del Palazzo Comunale il consueto e tradizionale Albero di Natale decorandolo come simbolo di vita e di nascita della conoscenza del bene per la rimozione degli ostacoli che di fatto quotidianamente, costituiscono discriminazione diretta e/o indiretta nei confronti delle donne e degli uomini, contro ogni forma che possa rendere la persona disagiata. Le decorazioni riportano i principi ai quali con spirito di dovere si ispirano le azioni programmatiche della Commissione al servizio della comunità, in raccordo con l’Amministrazione Comunale, lo Stato, la Regione, la Provincia, gli Enti Pubblici e il Privato Sociale durante il proprio mandato.

 

Se ne riportano alcune:

 

La Commissione Pari Opportunità rende informate – il sapere rende liberi; Io dico no alla violenza; Uguaglianza di genere; Affidamento congiunto diritto padre – madre; Il giusto cammino verso le Pari Opportunità uomo-donna; Parità: il rosa ha ancora troppe spine; Donne al vertice Pari o Dispari; No alla segregazione verticale; Uguaglianza giuridica e sociale tra uomo e donna; Etero, gay? No grazie sei sempre una persona; Rifiuta l’omofobia non essere tu quello diverso; Stalking: quando le attenzioni diventano persecuzioni denuncia chi ti perseguita e riprenditi la libertà; Glass celing; Donna l’altra metà del cielo (Mao Tze-Tung); Abilità diverse stessa voglia di vita; Lotta senza colore nè risparmio contro la Pedofilia; Cultura Integrazione prevenzione e sanità tra donne di diverse etnie; 800290290 - Cancella la tratta; nessuno escluso 800300558 contro le mutilazioni genitali femminili; Rimozione di ogni forma di discriminazione diretta o indiretta.

Dora Quaranta