Stampa

ristorazioneServizio di ristorazione scolastica.
Comunicazione ai genitori.

 

Anche per l’anno scolastico 2009/2010 l’Amministrazione Comunale ha istituito il servizio di ristorazione scolastica presso la scuola dell’Infanzia (ex materna) e Scuola Primaria (ex elementare) i corsi a tempo pieno. I genitori degli alunni che intendono fruire del servizio dovranno tempestivamente compilare la relativa domanda, qui allegata, e produrla all’Ufficio Pubblica Istruzione  entro e non oltre il giorno 31 luglio. Con delibera del Commissario Straordinario con i poteri della Giunta Comunale n. 62 del 30.04.2009, le quote contributive a carico dell’utenza sono state commisurate alle fasce di reddito e al numero di figli come appresso specificato:

a)             FASCIA DI REDDITO ESENTE: importo di reddito annuo

1 componente             €   4.194,37

2 componenti              €   5.991,65

3 componenti              €   7.789,56

4 componenti              €   9.587,16

5 componenti              € 11.085,16

6 componenti              € 12.283,54

7 componenti              € 13.182,36

i percettori di tali redditi sono ammessi gratuitamente al servizio di ristorazione scolastica.

b)                      I° FASCIA DI REDDITO CONTRIBUENTE: i percettori di tali redditi dovranno pagare un buono pasto di € 1,51 per ogni pasto effettivamente consumato dando atto che tale importo, nell’ipotesi di più bambini appartenenti al medesimo nucleo familiare, tutti fruitori del servizio mensa, sarà pari a € 1,22 a partire dal 2° bambino.

1 componente             da €   4.194,38  a   €   8.697,45

2 componenti              da €   5.991,66  a   € 12.424,96

3 componenti              da €   7.789,57  a   € 16.152,45

4 componenti              da €   9.587,17  a   € 19.879,92

5 componenti              da € 11.085,17  a   € 22.986,20

6 componenti              da € 12.283,55  a   € 25.471,18

7 componenti              da € 13.182,37  a   € 27.334,91

Pertanto l’importo mensile sarà pari, ad esempio, a:

Buoni Pasto   N° 10       1,51 x 10 = €. 15,10;

                       N° 20       1,51 x 20 = €. 30,20;

                       N° 30       1,51 x 30 = €. 45,30;

Buoni Pasto    N° 10        1,22 x 10 = €. 12,20

                        N° 20        1,22 x 20 = €. 24,40

                        N° 30        1,22 x 30 = €. 36,60

c)         II° FASCIA DI REDDITO CONTRIBUENTE: i percettori di reddito pari o superiori a quelli sottoindicati dovranno pagare un buono pasto di € 2,10 per ogni pasto effettivamente consumato dando atto che tale importo, nell’ipotesi di più bambini appartenenti al medesimo nucleo familiare, tutti fruitori del servizio mensa, sarà pari a € 1,67 a partire dal 2° bambino.

1 componente             €   8.697,46

2 componenti              € 12.424,97

3 componenti              € 16.152,46

4 componenti              € 19.879,93

5 componenti              € 22.986,21

6 componenti              € 25.471,19

7 componenti              € 27.334,92

Pertanto l’importo mensile sarà pari, ad esempio, a:

Buoni Pasto   N° 10      2,10 x 10 = €. 21,00

                        N° 20     2,10 x 20 = €. 42,00

                        N° 30     2,10 x 30 = €. 63,00         

Buoni Pasto    N° 10       1,67 x 10 = €. 16,70

                        N° 20       1,67 x 20 = €. 33,40

                        N° 30       1,67 x 30 = €. 50,10

Si comunica, che potranno accedere al servizio, a decorrere dal giorno 5 ottobre 2009, solo gli alunni che hanno presentato regolare domanda di richiesta del servizio e sono in possesso dei buoni pasto disponibili in blocchi non inferiore a 10  esemplari, che potranno essere ritirati presso il Comune (Ufficio Pubblica Istruzione - Piazza Garibaldi) previa esibizione della ricevuta attestante l’avvenuto versamento, a decorrere dal giorno 14 settembre in poi.

AL FINE DI EVITARE L’ESCLUSIONE DAL PASTO MENSA GIORNALIERO E DI CONSEGUENZA L’USCITA ANTICIPATA DALLA SCUOLA, SI RACCOMANDA MASSIMA PUNTUALITA’ NELLA CONSEGNA DEL BUONO PASTO ALL’INSEGNANTE DELLA CLASSE DI FREQUENZA DELL’ALUNNO O ALL’OPERATORE SCOLASTICO DI TURNO, ENTRO  E NON OLTRE LE ORE 9,00 DI OGNI GIORNO.

I redditi dichiarati potranno essere sottoposti a controllo dell’Ufficio anche mediante verifiche da richiedersi all’Amministrazione Finanziaria. Nell’eventualità si riscontri una discordanza tra il reddito dichiarato ed il reddito effettivo, l’Amministrazione richiederà gli opportuni rimborsi.

I versamenti dovranno essere effettuati a NOME DELL’ALUNNO sul c.c.p. n. 41814120 intestato a -Comune di Sorso- Servizi Culturali, indicando obbligatoriamente la seguente causale di versamento: “Servizio Mensa – A.S. 2009/2010, scuola (plesso scolastico) - classe – sezione, n…pasti. (N.B. I buoni mensa acquistati in esubero nell’A.S. 2008/09 sono utilizzabili nell’A.S.2009/10 solo dopo aver ottenuto il timbro di convalida dall’ufficio competente).
                                                                                      Il Responsabile del Servizio
                                                                            Dott. Pietro Nurra 
icon Descrizione del Servizio Mensa (43.08 kB)
icon Modulo di Richiesta Esenzione Pagamento Mensa (101.4 kB)
icon Richiesta di adesione al servizio mensa (30.29 kB)