ristorazioneServizio di ristorazione scolastica.
Comunicazione ai genitori.

 

Anche per l’anno scolastico 2009/2010 l’Amministrazione Comunale ha istituito il servizio di ristorazione scolastica presso la scuola dell’Infanzia (ex materna) e Scuola Primaria (ex elementare) i corsi a tempo pieno. I genitori degli alunni che intendono fruire del servizio dovranno tempestivamente compilare la relativa domanda, qui allegata, e produrla all’Ufficio Pubblica Istruzione  entro e non oltre il giorno 31 luglio. Con delibera del Commissario Straordinario con i poteri della Giunta Comunale n. 62 del 30.04.2009, le quote contributive a carico dell’utenza sono state commisurate alle fasce di reddito e al numero di figli come appresso specificato:

a)             FASCIA DI REDDITO ESENTE: importo di reddito annuo

1 componente             €   4.194,37

2 componenti              €   5.991,65

3 componenti              €   7.789,56

4 componenti              €   9.587,16

5 componenti              € 11.085,16

6 componenti              € 12.283,54

7 componenti              € 13.182,36

i percettori di tali redditi sono ammessi gratuitamente al servizio di ristorazione scolastica.

b)                      I° FASCIA DI REDDITO CONTRIBUENTE: i percettori di tali redditi dovranno pagare un buono pasto di € 1,51 per ogni pasto effettivamente consumato dando atto che tale importo, nell’ipotesi di più bambini appartenenti al medesimo nucleo familiare, tutti fruitori del servizio mensa, sarà pari a € 1,22 a partire dal 2° bambino.

1 componente             da €   4.194,38  a   €   8.697,45

2 componenti              da €   5.991,66  a   € 12.424,96

3 componenti              da €   7.789,57  a   € 16.152,45

4 componenti              da €   9.587,17  a   € 19.879,92

5 componenti              da € 11.085,17  a   € 22.986,20

6 componenti              da € 12.283,55  a   € 25.471,18

7 componenti              da € 13.182,37  a   € 27.334,91

Pertanto l’importo mensile sarà pari, ad esempio, a:

Buoni Pasto   N° 10       1,51 x 10 = €. 15,10;

                       N° 20       1,51 x 20 = €. 30,20;

                       N° 30       1,51 x 30 = €. 45,30;

Buoni Pasto    N° 10        1,22 x 10 = €. 12,20

                        N° 20        1,22 x 20 = €. 24,40

                        N° 30        1,22 x 30 = €. 36,60

c)         II° FASCIA DI REDDITO CONTRIBUENTE: i percettori di reddito pari o superiori a quelli sottoindicati dovranno pagare un buono pasto di € 2,10 per ogni pasto effettivamente consumato dando atto che tale importo, nell’ipotesi di più bambini appartenenti al medesimo nucleo familiare, tutti fruitori del servizio mensa, sarà pari a € 1,67 a partire dal 2° bambino.

1 componente             €   8.697,46

2 componenti              € 12.424,97

3 componenti              € 16.152,46

4 componenti              € 19.879,93

5 componenti              € 22.986,21

6 componenti              € 25.471,19

7 componenti              € 27.334,92

Pertanto l’importo mensile sarà pari, ad esempio, a:

Buoni Pasto   N° 10      2,10 x 10 = €. 21,00

                        N° 20     2,10 x 20 = €. 42,00

                        N° 30     2,10 x 30 = €. 63,00         

Buoni Pasto    N° 10       1,67 x 10 = €. 16,70

                        N° 20       1,67 x 20 = €. 33,40

                        N° 30       1,67 x 30 = €. 50,10

Si comunica, che potranno accedere al servizio, a decorrere dal giorno 5 ottobre 2009, solo gli alunni che hanno presentato regolare domanda di richiesta del servizio e sono in possesso dei buoni pasto disponibili in blocchi non inferiore a 10  esemplari, che potranno essere ritirati presso il Comune (Ufficio Pubblica Istruzione - Piazza Garibaldi) previa esibizione della ricevuta attestante l’avvenuto versamento, a decorrere dal giorno 14 settembre in poi.

AL FINE DI EVITARE L’ESCLUSIONE DAL PASTO MENSA GIORNALIERO E DI CONSEGUENZA L’USCITA ANTICIPATA DALLA SCUOLA, SI RACCOMANDA MASSIMA PUNTUALITA’ NELLA CONSEGNA DEL BUONO PASTO ALL’INSEGNANTE DELLA CLASSE DI FREQUENZA DELL’ALUNNO O ALL’OPERATORE SCOLASTICO DI TURNO, ENTRO  E NON OLTRE LE ORE 9,00 DI OGNI GIORNO.

I redditi dichiarati potranno essere sottoposti a controllo dell’Ufficio anche mediante verifiche da richiedersi all’Amministrazione Finanziaria. Nell’eventualità si riscontri una discordanza tra il reddito dichiarato ed il reddito effettivo, l’Amministrazione richiederà gli opportuni rimborsi.

I versamenti dovranno essere effettuati a NOME DELL’ALUNNO sul c.c.p. n. 41814120 intestato a -Comune di Sorso- Servizi Culturali, indicando obbligatoriamente la seguente causale di versamento: “Servizio Mensa – A.S. 2009/2010, scuola (plesso scolastico) - classe – sezione, n…pasti. (N.B. I buoni mensa acquistati in esubero nell’A.S. 2008/09 sono utilizzabili nell’A.S.2009/10 solo dopo aver ottenuto il timbro di convalida dall’ufficio competente).
                                                                                      Il Responsabile del Servizio
                                                                            Dott. Pietro Nurra