AVVIARE UN'IMPRESA SUBITO (in zero giorni) O UN CANTIERE IN VENTI GIORNI

Si può, grazie alle nuove procedure semplificate dello Sportello Unico Attività Produttive (SUAP)


Al fine di dare piena attuazione allo Sportello Unico Attività Produttive e quindi al processo di semplificazione in favore delle imprese, la Regione Sardegna ha modificato totalmente i procedimenti, prevedendo la sostituzione dei provvedimenti di autorizzazione con dichiarazioni autocertificative.

L'imprenditore potrà avviare la propria attività in:

ZERO GIORNI - subito, dal momento della presentazione della dichiarazione autocertificativa (DUAAP) se:

  • in possesso dei requisiti professionali e dei locali idonei;
  • se gli interventi edilizi da eseguire riguardano le sole opere interne così come meglio indicate nell’art. 15 L.R. 23/85; 


20 GIORNI - nei casi in cui siano previsti lavori edili non compresi nell’avvio a zero giorni di cui sopra;

ENTRO UN MESE – Nelle situazioni in cui la procedura è più complessa e si richiedono valutazioni discrezionali, andrà convocata la conferenza di servizi entro 7 giorni lavorativi dalla presentazione della dichiarazione autocertificativa dell’imprenditore, che sarà svolta almeno nella sua prima seduta, entro i successivi 15 giorni lavorativi. I lavori  si concluderanno comunque solitamente entro un mese, qualora non sia necessario produrre integrazioni documentali, infatti in questo caso sarà necessario procedere alla convocazione della seconda ed ultima conferenza ai fini dell’adozione del provvedimento finale.

Si precisa che qualora fosse prevista la presenza della Sovrintendenza in sede di Conferenza di servizi e  non dovesse intervenire ne  produrre il proprio parere, quest’ultima, secondo quanto stabilito dagli artt.142 e 146 del Codice Urbani, così come sostituiti dall’art. 2 del D.lg. n.63 del 2008, avrebbe altri 45 gg. di tempo rispetto al ricevimento del verbale della prima conferenza svolta,  per esprimere il proprio parere di competenza. Allo scadere dei 45 gg ed entro i 15 gg successivi,  si dovrebbe provvedere all’ indizione dell’ultima e conclusiva Conferenza di servizi, e quindi all’adozione del provvedimento finale.

 

In questo modo, i tempi di definizione delle pratiche si protrarranno inevitabilmente, infatti la tempistica individuata dalla L.R. n. 3 del 5 marzo 2008 ed ss.mm. e relativa circolare applicativa(un mese in caso di conferenza di servizi)  dovrà interfacciarsi con le modifiche apportate dagli artt. 142-146-167 del Decreto Urbani, entrate in vigore il 01-01-2010.

Le nuove procedure sono state previste nell'art. 1, commi dal 16 al 32, della Legge Regionale 5 marzo 2008, n.3 ( pdf  L.R. 3 2008 Art. 1 commi da 16 a 32 SUAP (19.92 kB) ) e quindi ribadite con circolare approvata dalla deliberazione della Giunta Regionale n. 22/1 dell’11 aprile 2008.
Inoltre nel frattempo è intervenuta anche la Legge n. 69/2009 che ha ridotto i tempi a zero giorni per le pratiche più semplici ( pdf  LEGGE 18 giugno 2009 , n. 69 (11.09 kB) )
Dal momento dell'entrata in vigore della Legge Regionale n. 3/2008 tutte le autorizzazioni relative alle attività produttive devono essere rilasciate tramite il procedimento dello Sportello Unico Attività Produttive (Suap).
Il Suap è responsabile di tutti procedimenti amministrativi relativi alle attività economiche e produttive di beni e servizi e di tutti i procedimenti amministrativi inerenti alla realizzazione, all'ampliamento, alla cessazione, alla riattivazione, alla localizzazione e alla rilocalizzazione di impianti produttivi, ivi incluso il rilascio delle concessioni o autorizzazioni edilizie.

Le istanze di qualsiasi natura presentate dall'impresa o per conto di essa ad amministrazioni o uffici diversi dal Suap competente per territorio sono irricevibili.
Sono da ritenersi illegittime tutte le pratiche autorizzatorie relative ad attività produttive non rilasciate con il procedimento unico di cui ai commi 16-32 dell’art. 1 della L.R. n. 3 del 5 marzo 2008.


Come presentare la pratica

Per avviare un pratica va presentata una DUAAP (Dichiarazione Unica Autocertificativa Attività Produttive) utilizzando modulistica ed allegati che si possono scaricare e compilare direttamente presso il sito Sardegnasuap dove si possono trovare anche le istruzioni per la compilazione.

Vai al sito www.sardegnasuap.it e quindi clicca su "Modulistica".

Non è ammessa la presentazione all'Ufficio del protocollo generale di pratiche DUAAP infatti le stesse vanno unicamente presentate al protocollo sezionale Suap (presente presso gli Uffici del Sportello Unico Attività Produttive).

Prima di protocollare ufficialmente la pratica, allo scopo di evitare un inutile decorso dei termini, sarebbe opportuno presentare la DUUAP allo Sportello Unico allo scopo di eseguire una verifica preistruttoria


Principale Normativa di riferimento

Documenti:

 

  • SUAP Sorso Tel. e Fax 079/354113
  • Responsabile del Servizio Dott.ssa Maria Caterina Onida
  • Addetto al  servizio Sig. Vanni Scanu
  • Istruttore  Direttivo Dott. PISANO  Gianmario

Indirizzo: Ufficio Suap Via Giuseppe Carta (Località Trunconi) presso la sede del Comando Polizia Municipale piano terra.

Joomla templates by a4joomla