Defibrillatore consegnaL’Amministrazione Comunale di Sorso acquista e consegna 3 defibrillatori semiautomatici: due vanno alla Scuola e uno al Corpo di Polizia Municipale.

L’Amministrazione Comunale di Sorso, seguendo le linee di una politica che salvaguardi la sicurezza, garantendo la prevenzione e la protezione dei cittadini nel territorio, ha acquistato e consegnato 3 defibrillatori semiautomatici: due dispositivi sono stati assegnati all’Istituto Comprensivo e uno al Comando della Polizia Municipale.

Il Sindaco, gli Assessori Comunali e i consiglieri, i rappresentanti della Scuola e del Corpo di Polizia Municipale, il Responsabile del 118, il Referente della ditta fornitrice e i rappresentanti del 2° settore- Politiche Ambientali del Comune di Sorso si sono incontrati, nella sala del Palazzo Baronale, per adempiere alla consegna ufficiale. L’Assessore alle Politiche Ambientali Gianni Tilocca ha consegnato i dispositivi nelle mani della Prof.ssa Denti, in rappresentanza della Scuola e del Comandante Cabras.

Il Sindaco Giuseppe Morghen interviene per i saluti e sottolinea la scelta di «lasciare spazio agli assessori competenti. Già con gli assessorati di riferimento, che lavorano congiuntamente, abbiamo coinvolto le scuole e i cittadini avviando un corso di primo soccorso molto partecipato. È un progetto che intendiamo proporre di nuovo, data la numerosa richiesta a conclusione del primo corso. Abbiamo ricevuto riscontri molto positivi a partire dalla consapevolezza dei partecipanti di avere acquisito conoscenze che, sia pure di base, abbiano rivelato la loro utilità nella vita quotidiana. L’attenzione alla salute e alla salvaguardia dei cittadini, da parte dell’Amministrazione, va pertanto nella direzione della continuità.»

«L’Amministrazione Comunale ha deciso di acquistare, con l’augurio di non doverli mai usare, tre defibrillatori, due dei quali vengono consegnati all’Istituto Comprensivo e uno al Corpo di Polizia Municipale. -   Afferma l’Assessore Gianni Tilocca, promotore dell’iniziativa - La tutela della salute pubblica è una nostra priorità e intendiamo lanciare un messaggio forte che alimenti la coscienza di questa garanzia.

È un percorso educativo che coinvolge tutti, dall’Amministrazione ai cittadini, passando per la Scuola. Il mio sentito ringraziamento va alla Scuola e al Corpo di Polizia Municipale, che prontamente hanno aderito a questa iniziativa; alla struttura operativa del 118 che si è offerta di preparare il personale all’utilizzo dei defibrillatori, avviando corsi di formazione gratuiti, già calendarizzati; all’Ufficio Politiche Ambientali; ai miei colleghi Assessori e Consiglieri. Mi sento di ribadire l’auspicio di non doverci mai avvalere di questi strumenti ma, laddove se ne presentasse la necessità, oggi abbiamo una garanzia in più a tutela della nostra salute e della nostra stessa vita.»defibrillatori consegna rd

«Abbiamo aderito alla proposta dell’Amministrazione comunale ritenendolo un nostro dovere. - afferma il Comandante Enrico Cabras- Abbiamo predisposto che tutto il personale di Polizia Municipale frequenti il orso di formazione, augurandoci di non dover mai usare il defibrillatore che avremo a bordo dei nostri mezzi. Ma è corretto sottolineare l’importanza di averlo, poiché in caso di incidenti stradali, siamo i primi ad intervenire, trovandoci nel territorio e questo strumento può davvero essere fondamentale.»

Interviene il Dott. Piras, responsabile del 118, che spiega l’importanza della formazione e ribadisce la disponibilità a formare i cittadini a partire dal primo soccorso, sottolineando quanto sia importante conoscere i rudimenti di base per salvare una vita, in contesti quotidiano e ricorda di utilizzare il defibrillatore sempre in diretto contatto con il 118, durante l’intervento, per ricevere il supporto necessario per svolgere al meglio l’operazione di soccorso.

La Prof.ssa Denti, che rappresenta l’Istituto Comprensivo, propone un corso di formazione sul salvamento a mare e primo soccorso anche per i docenti, così che poi possano riportare le nozioni nelle aule e informare anche gli studenti. Un plauso all’Amministrazione arriva dal Dott. Merighi, della Caralis, che sottolinea quanto siano rare, in Sardegna, le Amministrazioni che si siano dotate di defibrillatori, come invece ha fatto quella del Comune di Sorso.