Stampa

Alienazione Beni ComunaliApprovato il Piano per le alienazioni e le Valorizzazioni dei Beni Immobiliari di proprietà comunale.

Nella seduta del 30 dicembre 2009 il Consiglio Comunale ha provveduto alla approvazione del Piano per le alienazioni e le valorizzazioni dei beni di proprietà comunale non strumentali all'esercizio delle funzioni istituzionali.
Si tratta di un adempimento obbligatorio introdotto dall'art. 58 del Decreto Legge 112/2008, successivamente convertito con la legge 133/2008.
L'importante argomento è stato illustrato alla Civica Assemblea, dall'Assessore alle Finanze Giuseppe Cattari il quale ha svolto una dettagliatissima relazione volta a specificare, in particolare, i beni, suscettibili di alienazione e di valorizzazione.
Sia l'assessore Cattari  che il sindaco Morghen, hanno voluto mettere in rilievo che la valorizzazione dei beni patrimoniali comunali costituisce fondamentale assetto del programma di mandato.

Il Sindaco ha, in particolare, evidenziato come "una  corretta politica di dismissioni immobiliari possa consentire  di raggiungere importantissimi risultati. Grazie alle operazioni di alienazione di beni immobili il Comune  potrà infatti reperire importantissime risorse finanziarie, utili, fra l'altro, per il finanziamento di importanti opere pubbliche, per rispetto del patto di stabilità, per la valorizzazione del territorio".
Il primo cittadino ha auspicato che si possa proseguire nel cammino intrapreso anche nel prossimo triennio, "In primo luogo attraverso un accurato censimento di tutte le proprietà immobiliari, ma anche  attraverso il completamento delle operazioni di ponderata alienazione. Non sono da trascurare inoltre le ipotesi di valorizzazione di consistenti partizioni del patrimonio attraverso innovative forme di gestione che prevedano il responsabile coinvolgimento di adeguate partnership pubbliche e private".
L'assessore Cattari  ha relazionato il civico consesso in ordine alle novità introdotte dal D.L. 112/2008:


Con riferimento alle ampie facoltà riconosciute dalla Legge ai Comuni, l'assessore ha più volte rimarcato che la disamina in ordine agli immobili da inserire nel Piano delle alienazioni e valorizzazioni è stata eseguita con il massimo discernimento al fine di inserire nel Piano stesso, oltre agli immobili già inseriti nei Piani annuali e triennali di alienazione riferiti agli esercizi precedenti , quegli ulteriori cespiti in relazione ai quali non sussista alcuna riserva in ordine alla sussistenza del pieno e legittimo titolo di proprietà del Comune di Sorso. Ciò soprattutto al fine di evitare ogni possibile forma di contestazione.
L'Assessore si è infine soffermato sulla descrizione degli immobili destinati alla alienazione indicando per ciascuno di essi i principali elementi identificativi.

Consulta i documenti