Stampa
Categoria: L'Amministrazione
Visite: 2415

Ass Vacca 28 nov 2015 rd 2Il Comune di Sorso partecipa al progetto “Italia in Comune”: la rete di amministratori locali che si confronta sulle buone pratiche realizzate nei Comuni.

 Il 28 e 29 novembre 2015, a Poggio a Caiano (PO) e Signa (FI) la terza tappa: #ilpaesechecipiace

L’Amministrazione Comunale di Sorso aderisce al progetto “Italia in Comune”, l’iniziativa che unisce gli Amministratori locali in una rete di condivisione e di confronto sulle buone pratiche realizzate nei propri comuni. Nella terza tappa, che si è svolta a Poggio a Caiano e a Signa il fine settimana scorso, gli amministratori intervenuti hanno portato la loro testimonianza sulle buone pratiche attuate nei rispettivi comuni e si sono confrontati su temi di rilevanza quali riforme istituzionaliwelfaresostenibilità project financing.

Il Comune di Sorso è stato rappresentato dall’Assessore alle Attività Produttive Mauro Vacca che ha illustrato alla numerosa platea il progetto di rivalutazione e gestione dello stagno e ginepreto di Platamona, il sito di interesse comunitario del quale l’Amministrazione ha la titolarità.

«Partecipare al progetto “Italia in Comune” è un’opportunità di confronto che la nostra Amministrazione ha colto subito con favore. – Afferma l’Assessore alle attività produttive Mauro Vacca – Abbiamo aderito all’iniziativa partendo dal presupposto che la forza degli enti locali, oggi, risieda anche nello scambio di idee e nella condivisione. Dal confronto tra le molteplici realtà dei comuni italiani si può trarre spunto per perseguire nuove buone pratiche e per far conoscere quelle che già si attuano. L’esperienza fatta in questi giorni è stata molto positiva e arricchente. Ho avuto modo di confrontarmi con i colleghi amministratori di tanti comuni diversi e ho presentato uno dei nostri progetti di buona pratica, quello che riguarda la rivalutazione e la gestione dello stagno e ginepreto di Platamona, a partire dalla sua cronistoria. Ho spiegato come il sito, da area abbandonata quale era sino al 2005, sia stato bonificato e rivalutato e ho presentato l’attuale progetto di gestione che integra tre dimensioni operative complesse: la cura e la tutela ambientale, il turismo sostenibile ed il lavoro solidale. Il S.I.C di Platamona rappresenta un esempio evidente di buona pratica amministrativa che agisce in prospettiva a breve, medio e lungo termine, tutelando l’oasi naturalistica; permettendo un turismo ecosostenibile e responsabile; sostenendo percorsi di inclusione socio-lavorativa delle fasce più deboli. La nostra Amministrazione intende continuare l’esperienza di “Italia in Comune”e partecipare in maniera attiva e propositiva alle iniziative, condividendo l’obiettivo di promuovere le buone pratiche e di formare una rete di diffusione efficace. »

«La terza tappa di Italia in Comune è stata un successo enorme. Oltre 100 amministrazioni presenti e più di 30 buone pratiche condivise. Presente la Sardegna, con il Comune di Sorso che ha presentato il progetto di gestione dell’area SIC dello stagno e ginepreto di Platamona. Quando abbiamo costruito questa rete, appena sei mesi fa, non ci aspettavamo questo enorme successo. – Spiega l’ideatore del progetto “Italia in Comune”, Alessio Pascucci sindaco di Cerveteri (RM) -  Continueremo a lavorare in questo modo, mettendo in rete sempre più amministrazioni e sempre più buone pratiche. Ringrazio di cuore Silvia Marongiu, una delle ideatrici di Italia in Comune, per aver costruito questo importante rapporto con il Sindaco Giuseppe Morghen rappresentato in questa due giorni in Toscana dall’Assessore alle Attività Produttive Mauro Vacca.»

Utilizzare l’hashtag #ilpaesechecipiace per vedere e condividere foto, aggiornamenti e materiali delle giornate di lavoro.