Stampa

stemmasorso100x152Approvato il Bilancio di previsione finanziario e il Documento Unico di Programmazione (D.U.P) del Comune di Sorso.

Nel corso del Consiglio Comunale del 24 luglio 2015 è approvato il Bilancio di Previsione finanziario e il Documento Unico di Programmazione (D.U.P) annualità 2015-2017 del Comune di Sorso.

«Nonostante le difficoltà che gravano ormai da anni sugli Enti locali, abbiamo provveduto ad approvare il Bilancio di Previsione entro i termini previsti e con un risultato complessivo di cui siamo soddisfatti. – Spiega il Sindaco Giuseppe Morghen – La prima difficoltà si presenta quando, per bilanciare le voci in entrata ed in uscita, ancora una volta constatiamo che i trasferimenti dello Stato a favore del nostro Comune sono pari a zero, a fronte invece di un’uscita sempre più elevata, che quest’anno si attesta su un milione e mezzo di euro, che il governo centrale esige dal nostro comune che, in quanto costiero, è inserito tra quelli considerati “ricchi” e sui quali pesa l’onere di rimpinguare il fondo di solidarietà, di cui usufruiscono i comuni classificati come “poveri”. In sintesi, nel bilancio del comune di Sorso, lo Stato sparisce completamente dalle voci in entrata, ma appare in maniera considerevole nelle voci in uscita.  I trasferimenti regionali sono in costante calo e, quando confermati, subiscono ritardi che producono rallentamenti e disservizi che la nostra Amministrazione cerca di compensare, sin dove può. A fronte di questo, la nostra Amministrazione si è impegnata a far quadrare i conti, scegliendo di non gravare ulteriormente sulle famiglie ed evitando di aumentare la pressione fiscale, mantenendo invariate le aliquote dei tributi. Abbiamo anche messo tra i punti prioritari e irrinunciabili i servizi che riteniamo essenziali, quali i servizi sociali e il sostegno alle politiche sociali. Abbiamo agito sul versante dei tagli alle spese, comprimendo le uscite. Alla luce di questa breve sintesi, ribadiamo la nostra soddisfazione per il lavoro svolto e per le scelte attuate che ci hanno permesso di approvare il bilancio entro i termini previsti, così come già avevamo fatto ad Aprile, in fase di rendicontazione, raggiungendo l’obiettivo non facile di garantire i servizi ed evitare un’ulteriore pressione fiscale, nonostante le criticità che penalizzano il Comune.»

«L’obiettivo dell’Amministrazione Comunale è stato quello di elaborare e gestire il bilancio come strumento di programmazione, con la consapevolezza che anche quest’anno sarà necessario compiere sacrifici. – Afferma l’Assessore al Bilancio e alla Programmazione e Vicesindaco, Marivanna Pulino – Lo Stato continua a imporre tagli, talvolta anche inattesi e in corso d’opera e questo rende ancora più difficile far quadrare i conti generali della spesa pubblica e redigere una programmazione, senza la certezza delle risorse disponibili. La Giunta, il Dirigente e l’Ufficio Ragioneria hanno lavorato con serietà ed efficienza. La prima fonte di soddisfazione è il raggiungimento degli equilibri senza l’aggravio della pressione fiscale che, se aumentata, avrebbe creato una grande difficoltà alle famiglie. 

Abbiamo invece tagliato le voci di spesa che non avessero riflessi sui servizi alla cittadinanza, mantenendo i servizi essenziali, quali quelli educativi e socio-assistenziali ritenuti fondamentali per la nostra comunità, garantendo quantità e qualità; tutelando economicamente le fasce più deboli; mettendo in campo azioni per reperire altre risorse, come la locazione o l’alienazione di alcuni beni immobili di proprietà del Comune; continuando con il piano “anti evasione” per il recupero delle somme dovute al Comune.  Il Bilancio di Previsione ha la funzione di indirizzo politico-amministrativo, economico- finanziario, di programmazione e controllo del Comune e deve esprimere con precisione e chiarezza gli obiettivi, la sostenibilità e il fabbisogno finanziario, che si raggiungono con l’equilibrio.»