Stampa

INTERNOIl Comune acquisisce la struttura dai privati per restituire i locali alla città

L’Amministrazione comunale ha stretto un accordo con i proprietari dello storico Teatro Goldoni per il passaggio della struttura nel patrimonio pubblico. L’intesa è stata siglata questa mattina tra il sindaco, Giuseppe Morghen, e i privati che detengono la proprietà dell’immobile situato nel centro storico di Sorso. Il concordato prevede l’acquisizione dello stabile da parte del Comune, con la corresponsione di una cifra pari a 72500 euro, che saranno versati ai privati in tre tranche: 30 mila euro saranno pagati al momento della stipulazione dell’atto di vendita, altri 30 mila a giugno 2015, mentre la rata finale di 12500 euro sarà versata a giugno 2016.
Il Teatro Goldoni, una struttura di circa 300 metri quadrati di superficie, su un unico corpo, è un edificio che ravviva la memoria dei cittadini di Sorso. Per lungo tempo ha vissuto i fasti di un vero  e proprio teatro, poi è stato utilizzato come cinema, ma da molti anni ha perso la sua destinazione originaria, tanto cara ai Sorsensi.
Ora, grazie all’intervento dell’Amministrazione comunale, il Teatro Goldoni sarà restituito alla città che in questo modo potrà usufruire di un ulteriore spazio dedicato alla cultura e ad altre iniziative pubbliche. La pratica che riguarda il piano di acquisizione e riutilizzo dell’immobile è stata discussa e votata nel corso del Consiglio Comunale svoltosi lo scorso venerdì 7 febbraio 2014.
“Abbiamo acquisito al patrimonio della Città uno dei luoghi ai quali è legata la memoria storica dei Sorsensi, per restituirgli la fondamentale valenza culturale per il quale era nato. Il recupero e la valorizzazione di una struttura così importante in pieno centro storico – dichiara il Sindaco Giuseppe Morghen - si coniuga perfettamente col progetto di ospitalità diffusa che sta nascendo a Sorso e per il quale stiamo programmando dei considerevoli interventi tesi a evidenziare le caratteristiche migliori del nostro centro matrice, mettendoli a frutto per creare nuovo sviluppo economico, ad esempio tramite gli investimenti legati ai progetti operativi per l’imprenditorialità comunale, per i quali abbiamo da poco ottenuto un cospicuo finanziamento da parte della Regione”.