Stampa

Si è svolta nella mattinata del 15 Maggio 2013, a Castelsardo, nella sala XI del castello dei Doria a Castelsardo, la cerimonia delle firme congiunte della Carta di Partenariato del Santuario dei Cetacei Pelagos .

Il Sindaco del Comune di Sorso Giuseppe Morghen, al pari dei colleghi Sindaci dei Comuni di Castelsardo, Arzachena, La Maddalena, Porto Torres, Santa Teresa di Gallura, Palau e Valledoria, o degli Assessori delegati alla firma, ha sottoscritto un protocollo che impegna il Comune al rispetto delle regole previste nella carta di partenariato.

Il santuario, che è stato istituito dal Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio, e che si pone in continuità con l'area protetta francese, ricomprende moltissimi dei comuni dell'alto Tirreno.

Grazie all'adesione di Sorso e degli altri comuni del Nord Sardegna l'area è diventata molto più vasta, includendo tutto il nord Sardegna, i mari che circondano la Corsica, le coste della Toscana, della Liguria oltre a quelle monegasche e francesi.

Alla cerimonia erano presenti per il Santuario il Comandante Caligiore, e per la Provincia di Sassari l'Assessore Paolo Denegri.

Con la sottoscrizione della Carta, che fa seguito alla delibera di Consiglio Comunale n° 31 del 30 novembre 2012, il Comune di Sorso si impegna a riservare una particolare attenzione alla questione dei mammiferi marini:

- adottando, nell'ambito delle sue decisioni gestionali, le soluzioni che abbiano l'impatto minore su questi animali;

- favorendo le azioni pedagogiche e/o di informazione sul suo territorio e la diffusione delle informazioni sul e presso il Santuario Pelagos ;

- contribuendo a ridurre al massimo le attività che hanno un impatto sui mammiferi marini., ivi inclusa la « demotonautizzazione sportiva » applicando il disposto dell'art. 5 della Legge n.391 dell'11.10.2001. Tuttavia, se queste dovessero svolgersi, il Comune si impegna a garantire un controllo adeguato, nella misura dei suoi mezzi, , sia tramite il personale comunale con la formazione adeguata, sia attraverso i membri autorizzati di Pelagos. Questi controlli permetteranno di vigilare sul rispetto degli obiettivi di gestione del Santuario;

- contribuendo a trasmettere le informazioni sugli eventuali spiaggiamenti di mammiferi marini o di altre specie marine che potrebbero avere luogo lungo il suo litorale.

"Mentre sulla tutela del territorio i singoli Comuni possono agire anche in modo autonomo, la tutela dell'ambiente marino non può che realizzarsi attraverso la realizzazione di accordi tra gli enti in una logica sovranazionale come in questo caso" – dichiara il Sindaco di Sorso – "La nostra adesione, con quella degli altri comuni del nord Sardegna firmatari, assume una valenza del tutto particolare, considerata la delicatezza dell'habitat del Golfo dell'Asinara per il passaggio dei cetacei."

In virtù di questo impegno al Sindaco è stata consegnata la bandiera del santuario, che potrà essere esposta in caso di manifestazioni ufficiali. Da oggi in poi inoltre il logo Pelagos sarà presente sul sito del Comune di Sorso.