L’Assessorato alle Pari Opportunità e la sua Commissione, in collaborazione con l’Unità Operativa di Endocrinologia, Malattie Costituzionali e della Nutrizione ed il Progetto Internazionale “Blue Zones”, promuovono per sabato1 giugno alle ore 10.00 nella splendida cornice del Palazzo Baronale in Sorso, una giornata culturale - scientifica mirata a divulgare la conoscenza dei meccanismi che regolano la nostra alimentazione. Inoltre verrà affrontato il tema della “longevità umana”, fenomeno che caratterizza la nostra Regione e che in questi ultimi anni ha portato la Sardegna sotto i riflettori mondiali.

L’evento si rivolge a tutti coloro che sono interessati ad approfondire i rapporti tra alimentazione longevità e stile di vita, nonché a chi è interessato a  promuovere efficaci strategie di sviluppo locale del territorio sardo basate su una maggiore integrazione tra risorse naturali, ambientali ed alimentari.

Parteciperanno alla presentazione in qualità di relatori i Medici esperti e Studiosi di alimentazione e di stile di vita sardo, Dott. Francesco Tolu (Dirigente Medico presso l’U.O.di Endocrinologia, Malattie Costituzionali e della Nutrizione, A.O.U. Sassari) e Dott.Gianni Pes (Responsabile Progetto “Blue Zones”, la longevità in Sardegna) al fine di discutere iniziative economiche innovative che si sono rivelate particolarmente efficaci e competitive in altre aree per la difesa e la valorizzazione dei prodotti tipici della regione.

Gli stretti rapporti fra Endocrinologia, Alimentazione e Longevità interagiscono sullo stile di vita delle popolazioni che vivono nelle zone mondiali a più alta longevità (Zone Blu), e tentano di fornire risposte all’eterno quesito se una vita lunga dipenda dalle scelte quotidiane in campo alimentare. Le popolazioni delle Zone Blu hanno saputo mantenere a lungo intatte le proprie tradizioni alimentari ed hanno avuto successo nel creare un delicato equilibrio tra stile di vita tradizionale (cibi ad elevata qualità nutritiva, attività fisica adeguata, legami familiari “forti”) e aspetti positivi della modernità (accresciuto benessere economico, migliori cure sanitarie). Tutti questi fattori possono aver agito in maniera sinergica generando  un “brodo di coltura” ideale per la comparsa del fenomeno “longevità” icon Scarica la brochure (271.8 kB)