Stampa

Antonello Peru: «Accolto dai capigruppo l’emendamento alla Legge Omnibus per prorogare 340 lavoratori socialmente utili»

Sono oltre 340 i lavoratori socialmente utili presenti in 11 società di servizi pubblici a rischio, in tutto o in parte partecipate dai comuni o dalle province, cosiddette storiche.

Per salvaguardare questi posti di lavoro, il consigliere regionale e consigliere comunale di Sorso, Antonello Peru, ha presentato un emendamento all’articolo 11, accolto da tutti i capigruppo e pertanto entrato a far parte e accolto nel testo della Proposta di Legge 459, già denominata legge Omnibus.

«L’emendamento nasce dall’esigenza di sostenere i comuni, le province e indirettamente le società da essi stessi partecipate ovvero costituite, che hanno stabilizzato lavoratori socialmente utili ex - Dlgs n. 81 del 2000 – ha dichiarato Antonello Peru. – La Regione, precedentemente aveva sostenuto dette esternalizzazioni con risorse assegnate direttamente agli stessi Enti locali che ne avevano promosso la costituzione e direttamente anche alle stesse società fino ad un massimo di 5 anni, e con un costo complessivo che andava, per i primi tre anni, a coprire il valore complessivo del costo del lavoro, per i restati due, invece, per una percentuale complessiva non superiore al 75% del costo del lavoratori, ivi ricomprendendo gli oneri riflessi».

«La crisi sempre più aggressiva, e la riduzione dei trasferimenti al complessivo sistema degli Enti locali ha messo e sta mettendo a rischio i livelli occupativi venutesi a creare con il sistema in questione. Per questo motivo, i 340 lavoratori che avevano la scadenza del contributo della Regione, rischiavano di non trovare più uno sbocco occupazionale immediato».

Sono stati stanziati 1.500.000 di euro per l’anno 2013, tre milioni per l’anno 2014 e tre milioni e mezzo per il 2015. per queste ultime due annualità, è scritto nella legge, le risorse saranno stabilite con le rispettive leggi finanziarie.